Un giorno di infinita Primavera

hdr

Sempre si ripete
e ogni volta mi sembra un miracolo.

I giorni dalla tua ultima fioritura
scompaiono mentre mi perdo in te.
Così sei l’altra fioritura
e quella prima ancora.

Una eternità appena disturbata
dall’accidente del tempo
che ora è evanescente
soffocato com’è dalla bianca marea.

E i dolori e le perdite dell’ultimo anno
e gli errori e le vergogne
come anche gli orgogli
e i momenti lieti
son come lume di candela
contro la prepotenza buona del sole
e tutto svanisce in oblio.

E mentre ti ammiro
invidio.
Vorrei essere uno dei tuoi fiori
immemori della prossima caduta
che stanno lì, lieti e silenti tra gli altri fiori.
Immobile, anch’io silente
senza recare disturbo alcuno
a inebriarmi d’aria e di luce
fino allo stordimento,
a godermi la bellezza che mi circonda
e anche la mia.